IMG-20190309-WA0055

New Urban Agenda, Savona si conferma città “smart”

La città di Savona sarà protagonista dell’incontro “New Urban Agenda” in programma a Cannes mercoledì 13 marzo nell’ambito degli eventi del programma delle Nazioni Unite UN-Habitat. Tra i relatori, anche Ilaria Caprioglio, sindaco di Savona, città capofila in materia di sostenibilità urbana e progettualità resiliente. All’interno di un ricco e prestigioso programma, la testimonianza del comune ligure completerà gli interventi di Enrico Campagnoli e Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza e presidente Anci Patrimonio Comune Foundation.

Organizzato e promosso da Fpc, Anci e Fiabci, l’appuntamento di mercoledì 13 marzo farà capo a un ambizioso progetto di partenariato che ha l’obiettivo di creare una rete di comunità intelligenti italiane. Uno spazio dedicato ai comuni per confrontarsi sui temi del cambiamento ecosostenibile. I progetti smart cities registrati da Anci nell’ambito dell’Agenda Urbana sono attualmente 1.311 e spaziano dalla mobilità al benessere, coinvolgendo i settori economico e amministrativo. L’invito alla conferenza di Cannes è l’ennesima conferma dell’impegno dell’amministrazione comunale di Savona a sensibilizzare sui temi di sostenibilità ed ecocompatibilità. L’esperienza savonese è stata infatti promotrice di scambi, progetti, partnership con altre città italiane e internazionali.

“New Urban Agenda” nasce nell’ottobre 2016, alla Conferenza delle Nazioni Unite sull’edilizia abitativa e lo sviluppo urbano sostenibile – Habitat III. Il risultato dell’incontro è un documento orientato all’azione che definisce gli standard globali di realizzazione nello sviluppo urbano sostenibile, ripensando il modo in cui costruiamo, gestiamo e viviamo nelle città. Attraverso la collaborazione tra partner impegnati, parti interessate e attori urbani – inclusi a tutti i livelli di governo e del settore privato – UN-Habitat applica le sue competenze tecniche, il lavoro normativo e lo sviluppo delle capacità al fine di attuare la New Urban Agenda e Sustainable Obiettivo di sviluppo 11, ovvero rendere le città inclusive, sicure, resilienti e sostenibili.

Cos’è UN-Habitat? È il programma delle Nazioni Unite che lavora per creare un futuro urbano migliore. La sua missione è promuovere lo sviluppo di insediamenti umani socialmente e ambientalmente sostenibili e il raggiungimento di un adeguato rifugio per tutti. Le città stanno affrontando sfide demografiche, ambientali, economiche, sociali e spaziali senza precedenti. C’è stato un cambiamento fenomenale verso l’urbanizzazione, con 6 persone su 10 nel mondo che dovrebbero risiedere nelle aree urbane entro il 2030. Oltre il 90 per cento di questa crescita avverrà in Africa, Asia, America Latina e Caraibi. In assenza di un’urbanistica efficace, le conseguenze di questa rapida urbanizzazione saranno drammatiche. In molti paesi del mondo, gli effetti possono già essere avvertiti: mancanza di alloggi adeguati e crescita di baraccopoli, infrastrutture inadeguate e obsolete – che si tratti di strade, trasporti pubblici, acqua, servizi igienici o elettricità – aumento della povertà e della disoccupazione, sicurezza e problemi di criminalità, inquinamento e problemi di salute, nonché disastri naturali o provocati dall’uomo. Mentalità, politiche e approcci all’urbanizzazione devono cambiare perché la crescita delle città e delle aree urbane si trasformi in opportunità e non in condanna. UN-Habitat, il programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani, è al timone di questo cambiamento, assumendo una leadership naturale e un ruolo catalizzatore nelle questioni urbane. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *