energiaj-610x400

“M’illumino di meno” 2022, un gesto di pace per il Pianeta

Anche WhyBio celebra la Giornata del Risparmio Energetico che vede anche la 18esima edizione, quella della maturità, dell’iniziativa “M’illumino di meno” lanciata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Rai Radio2.

L’edizione 2022 è dedicata alle biciclette ed alle piante con il motto “Spegnere, pedalare, rinverdire, migliorare!”, molto attuale in questi giorni in cui la crisi economica generata dalla guerra russo-ucraina sta tenendo sotto scacco i portafogli degli italiani. La riflessione però va oltre i fatti di cronaca: la mobilità sostenibile ha un effetto immediato sulla riduzione dell’inquinamento da carburanti fossili e dall’altra parte le piante sono i più efficaci “ripulitori di aria” in possesso dell’umanità.

Il silenzio energetico simbolico, quel semplice gesto di spegnimento della luce che decine di migliaia di individui, istituzioni, associazioni, negozi hanno messo in pratica in questi 18 anni di campagna, è stato accompagnato negli ultimi anni da altre azioni che contribuiscono a una radicale transizione energetica. Tra queste, nell’edizione “della maturità”, la campagna mette al centro il ruolo propositivo e trasformativo della bicicletta e delle piante, perché entrambe hanno dimostrato di poter concretamente migliorare l’esistente. L’invito di quest’anno, oltre agli spegnimenti simbolici quanto mai necessari nei mesi dell’aumento dei prezzi dell’energia, è a pedalare, rinverdire e in generale migliorare. Si possono migliorare i propri stili di vita sprecando meno risorse, si può diminuire l’impatto ambientale delle proprie abitazioni tramite l’efficientamento energetico, si può passare alle fonti di energia rinnovabili. Oggi più che mai rompere la dipendenza dal gas e investire sulle rinnovabili è un gesto di pace.

Tutti possono partecipare a questa iniziativa, dai privati alle aziende. Le scuole e le università, ma anche i Comuni e le associazioni, possono aderire a M’illumino di Meno 2022 adottando uno o più alberi nell’ambito del progetto Un albero per il futuro. Quest’anno il gesto di spegnere le luci è, secondo gli organizzatori, molto più che un evento collettivo, è un simbolo di pace.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *