pianta di lavanda

La lavanda e i suoi molteplici usi

La lavanda (lavandula angustifolia) veniva già utilizzata per le sue proprietà dagli antichi romani, i quali mettevano mazzetti di fiori nell’acqua dei bagni termali e la impiegavano nella preparazione di decotti e infusi.

Anche senza andare così indietro nel tempo, molti di noi certamente conservano il ricordo dei sacchetti di lavanda utilizzati dalle nonne per profumare la biancheria e tenere lontane le tarme.

La lavanda è una pianta aromatica che vanta numerose proprietà: migliora la digestione, combatte la ritenzione idrica, ha proprietà antisettiche, battericide e cicatrizzanti. I suoi oli sono ottimi per la pulizia del viso anche per le pelli più sensibili, mentre l’olio essenziale di lavanda è perfetto per i massaggi muscolari ed è considerato un potente decontratturante.

Infusi a base di menta e lavanda sono l’ideale per accompagnare i pasti ed aiutare la digestione, mentre in aromaterapia la lavanda viene impiegata non solo per profumare gli ambienti, ma anche per combattere l’insonnia in quanto possiede blande proprietà calmanti.

Infine, ultimo ma non meno importante, la lavanda è una pianta abbastanza semplice da coltivare in vaso, l’ideale per dare un tocco di colore alle nostre case.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *